Come controllare l’usura delle gomme

Quando devo cambiare le gomme? Come posso controllare quanto battistrada hanno i pneumatici? Se vi siete mai chiesti una cosa di questo tipo, qui troverete la risposta!

È molto importante sapere quando è ora di cambiare il proprio treno di gomme. Un pneumatico consumato è un pneumatico non sicuro. È soggetto più facilmente al rischio di aquaplanning e forature; inoltre la tenuta di strada è molto ridotta e lo spazio di frenata diventa più lungo. Anche il portafoglio ci perde: se un pneumatico è consumato male, si consuma di più.

Cosa dice la legge?

A norma di legge, gli intagli del battistrada devono avere uno spessore residuo di almeno 1,6 millimetri. Se il pneumatico è molto consumato e gli intagli sono profondi meno di 1,6mm si rischia una sanzione di 78 euro, e – nei casi estremi – la decurtazione di 2 punti dalla patente e il fermo del veicolo.

Ad ogni modo, lo spessore di 1,6mm è una misura limite: tutti gli addetti ai lavori si raccomandano di cambiare le gomme quando lo spessore residuo è di 3-4 mm, per viaggiare sempre in sicurezza.

Come possiamo controllare l’usura del battistrada?

Controllare l’usura delle gomme è molto semplice e non serve per forza andare dal gommista: si può procedere ad un primo controllo a casa. Parcheggiate l’auto in piano, inserite il freno a mano e girate lo sterzo, in modo da avere una visuale ottimale sul pneumatico.

Cercate l’indicatore di usura: si tratta di un piccolo tassello alto proprio 1,6mm, posizionato dentro una delle scanalature principali del pneumatico. Per trovarlo, basta cercare sul fianco della gomma la sigla TWI, che sta per Tread wear indicator, oppure un piccolo logo della marca o un triangolo: è in corrispondenza di questo segno che troverete l’indicatore.

Se il battistrada si è consumato fino a essere radente all’indicatore, non siete più a norma con le gomme e dovete cambiarle al più presto.

L’indicatore di usura numerico.

Questo sistema consiste nell’incidere sul battistrada una scala di usura formata da varie cifre. Tali cifre indicano la profondità della gomma e saranno gradualmente cancellate con l’usura del pneumatico. Alcuni marchi, come Nokian o Matador, hanno adottato questo sistema.

Metodi alternativi per controllare l’usura delle gomme

Potete controllare il consumo dei vostri pneumatici anche un calibro di profondità (o profondimetro), un piccolo attrezzo in vendita a pochi euro in un qualsiasi negozio di accessori auto. Se non lo avete o non volete comprarlo, è possibile utilizzare una moneta per controllare lo stato d’usura del battistrada.

Utilizzate una moneta da un euro per i pneumatici estivi, inserendola nella scanalatura centrale: se vedete se le stelle sul bordo, allora la gomma è consumata.

Utilizzate una moneta da 2 euro per i pneumatici invernali: se il bordo esterno argentato è più alto della scanalatura, allora è arrivato il momento di sostituirli.