Cosa sono i pneumatici Run Flat?

Le gomme Run Flat sono prodotti che, anche a pressione zero, permettono di continuare la marcia in stabilità e sicurezza, ad una velocità ben definita e per un chilometraggio limitato: in caso di foratura, infatti, il fianco rinforzato di un pneumatico Run Flat ti permette di guidare per circa 80 km ad una velocità massima di 80 km/h. Il carico e il peso della vettura vengono infatti supportati grazie a particolari rinforzi presenti nel fianco del pneumatico. Inoltre, hanno dei profili espressamente disegnati per evitare che la gomma si separi dal cerchio. Questo profilo è costruito con speciali tipi di gomma, che resistono all’aumento delle temperature.

Quali sono i principali vantaggi di una gomma Run Flat
  1. E’ più sicura:

Puoi guidare in sicurezza, anche quando c’è una forte perdita di pressione. Non dovrai montare la ruota di scorta, fermandoti su una strada trafficata. Un danno ad un pneumatico tradizionale, specialmente ad alte velocità, è molto pericoloso perché può causare perdita del controllo del veicolo. I pneumatici Run Flat, invece, sono disegnati per tenere saldamente uniti tra loro la gomma e il cerchio in modo da non far perdere il controllo del mezzo.

  1. Garantisce tranquillità:

Non hai bisogno di cambiare le gomme immediatamente, guidando comodamente per circa altri 80 km ad una velocità massima di 80 km/h. Hai maggiore spazio libero nella tua vettura, dato che non hai bisogno di avere la ruota di scorta a bordo.

Svantaggi pneumatici Run Flat
  1. Comfort: queste gomme presentano speciali rinforzi laterali che evitano l’afflosciarsi della gomma. I rinforzi però comportano anche una maggiore rigidità della gomma in condizioni “normali”, quindi risultano meno confortevoli.
  2. Sensori: le ruote con gomme runflat devono necessariamente avere i sensori TPMS, il sistema di rilevamento della pressione obbligatorio da fine 2015. Il motivo è semplice: i sensori TPMS segnalano all’automobilista quando una di queste gomme ha bucato, per non superare gli 80 km/h e provvedere alla sostituzione. L’adozione obbligatoria del sistema TPMS ha grandi vantaggi, ma anche costi di installazione (se la vettura ne è sprovvista) e di gestione (richiedono un cambio gomme particolare e la sostituzione di alcune parti ad ogni cambio gomme).
  3. Cerchi speciali: i pneumatici runflat, inoltre, necessitano di cerchioni specifici per poter assicurare il funzionamento corretto nell’eventualità di una foratura. I cerchi devono essere dotati di “Extended Hump” (EH) oppure “Extended Hump+” (EH+), ovvero di risalti speciali collocati all’interno del canale della ruota necessari a trattenere il tallone della gomma che si trova a contatto con la “balconata” del cerchione.
  4. Prezzo: a oggi le gomme runflat costano circa il 20-30% in più rispetto agli stessi pneumatici in versione classica. Questa differenza di prezzo può essere uno scoglio per alcuni automobilisti.
Tutte le auto possono montare pneumatici Run Flat?

I produttori di pneumatici raccomandano di montare pneumatici Run Flat sui veicoli che vengono forniti (di serie o come optional) con gomme Run Flat. I veicoli che montano pneumatici Run Flat devono sempre essere equipaggiati con appositi sensori elettronici (TPMS) per il controllo della pressione, che ti informano quando c’è un calo di pressione.

I pneumatici Run Flat necessitano di controlli?

Si. Ti consigliamo di controllarli regolarmente, per eventuali forature o danneggiamenti, allo stesso modo dei pneumatici tradizionali. Ricorda di controllare la pressione almeno una volta al mese, visto che il sistema TPMS spesso non reagisce alle perdite molto lente di pressione.