Differenza tra pneumatici simmetrici, asimmetrici e direzionali

Le gomme non sono tutte uguali. Se guardate il battistrada di diverse gomme, noterete tre grandi famiglie di prodotti: in gergo si chiamano pneumatici simmetrici, asimmetrici e direzionali. Si chiamano simmetrici quei pneumatici che presentano lo stesso identico disegno ed intaglio del battistrada sui due lati. Sono pneumatici con tecnologia consolidata che trovano spazio su vetture utilitarie o che comunque non richiedono particolari esigenze di tenuta.

I pneumatici asimmetrici presentano un disegno degli intagli del battistrada differente tra interno ed esterno che li rende adatti ad esigenze diverse. L’esterno, meno intagliato, garantisce ottime risposte in curva e massima tenuta sull’asciutto mentre l’interno, più intagliato, permette al meglio il drenaggio e l’evacuazione dell’acqua in condizioni di bagnato.

Infine le gomme con battistrada direzionale presentano un disegno a freccia, convergente verso il centro. Sono particolarmente indicati per vetture sportive o comunque ad alte prestazioni in quanto garantiscono un’ottima tenuta, grazie alla maggior trazione esercitata verso il centro del pneumatico. Il disegno a freccia garantisce inoltre una ottima tenuta sul bagnato. Sono pneumatici da girare spesso perché tendenti a diventare rumorosi se si scalinano, soprattutto al posteriore.