Gripdetective

Gripdetective

scrivi una recensione
pubblicato il 15 / 09 / 2020

ALPS TT International 2020 la formula dell’entusiasmo

scritto da

Sì è conclusa nel migliore dei modi, ovvero con l’entusiasmo dei partecipanti, la prima storica edizione dell’Alps Tourist Trophy International 2020. Renato Zocchi e Antonio Mingarelli i primi classificati nelle due categorie.

La prima edizione dell’Alps Tourist Trophy International, che si è svolta tra il 7 e il 12 settembre nella meravigliosa cornice delle Alpi italo-francesi, si è conclusa con l’entusiasmo di quanti hanno partecipato e di chi ha seguito le loro gesta da casa grazie agli aggiornamenti social.

Formula vincente

La formula, che unisce al piacere del viaggio-avventura il pepe della classifica basata su regolarità di marcia e navigazione, ha acceso gli animi degli iscritti fin dalle prime battute e ha tenuto alta l’attenzione dei loro fan. Questa è la più grande soddisfazione per Moto Raid Experience, ideatore di un evento unico nel panorama motoristico e la gratificazione degli sforzi è ancor maggiore in un anno così difficile per tutti.

Il ritorno in sella in un anno difficile

Questo 2020 ha riservato molte sorprese. Tra queste c’è stata anche l’impossibilità per MRE di tenere fede ai propri programmi e di organizzare la Gibraltar Race, evento di spicco nel panorama motociclistico on/off road europeo. Ma tra le sorprese c’è stata anche quella positiva dell’Alps Tourist Trophy, evento nato nel rispetto delle normative anti Covid-19 e che mutua l’apprezzata formula dalla stessa Gibraltar Race con alcune semplificazioni e su un territorio più circoscritto. In questo caso l’edizione International si è svolta in “sole” cinque tappe per un totale di 1.500 km la maggior parte dei quali in fuoristrada.

La voglia di andare in moto, di divertirsi, di stare insieme (pur rispettando le distanze) e di sfidare se stessi sono gli elementi che hanno portato questo ATT International a raccogliere molti consensi e tante sono già le richieste per una prossima edizione. L’esperienza maturata nell’organizzazione proprio della Gibraltar Race ha permesso a MRE di preparare in maniera puntuale l’evento e adattare la formula del moto-challenge a un territorio così bello e così vicino a noi e ad un gruppo più ristretto di piloti.

Turistiche e specialistiche

Il bel tempo ha accompagnato i partecipanti per quasi tutta la durata dell’ATT International lungo percorsi a volte panoramici a volte con qualche insidia appositamente inserita per rendere più avvincente la sfida. Il grado di difficoltà è stato calibrato proprio sulla tipologia di moto prediletta per l’evento: tutte le ricognizioni, anche quelle dei tratti poi esclusi dal percorso di gara poiché troppo impegnativi, sono stati effettuati in sella ad una Honda CRF 1100 L Africa Twin equipaggiata con pneumatici Bridgestone AX41 Adventurecross. L’accoppiata si è rivelata quanto mai efficace e performante e non stupisce dunque che siano state molte le moto della categoria Turistiche a raccogliere meno penalità durante il percorso.

Ricordiamo infatti che gli iscritti erano divisi in due categorie: Turistiche (moto, adatte anche ad un utilizzo fuoristrada, di peso dichiarato non inferiore a 150 kg) e Specialistiche (tutte le altre moto adatte anche ad un utilizzo fuoristrada).

ALPS TT International 2020 Tourist Trophy evento moto adventouring

Meritano quindi un applauso Renato Zocchi che in sella ad una Honda CB 500 X ha primeggiato tra le Turistiche e Antonio Mingarelli in sella ad una Husqvarna 701 Enduro primo tra le Specialistiche.

Stilando la classifica generale assoluta, e confrontando dunque tutti i punteggi, si scopre come a primeggiare sia stata la Honda CB 500 X, grazie anche all’esperienza del pilota Renato Zocchi, seguita da altre 4 moto della stessa categoria Turistiche, dopo una sfida agguerrita e con il risultato in discussione fino all’ultima tappa. Tutti i piloti si sono impegnati al massimo nel “gioco” di navigazione e di regolarità, tra questi segnaliamo anche l’ottimo piazzamento per un “rookie” d’eccezione: il grande Franco Picco con la sua Moto Guzzi V85TT che ha concluso sesto tra le Turistiche e ottavo nella generale assoluta.

Al di là dell’aspetto competitivo, l’Alps Tourist Trophy ha dimostrato come sia possibile creare eventi con formule nuove anche in un momento così delicato riportandoci in sella alla scoperta di un territorio stupendo come quello delle Alpi. La domanda più insistente ricevuta sulla linea del traguardo è infatti stata “quando il prossimo?”.

La risposta è semplice, seppur diplomatica: “ci stiamo lavorando”. Invitiamo perciò tutti a seguire l’apposita sezione all’interno del sito www.gibraltarrace.com e la pagina Facebook dedicata www.facebook.com/alpstouristtrophy per tutti i futuri aggiornamenti.

Qui le immagini (credit: Alessio Corradini):

© riproduzione riservata