Altran Italia al Motor Valley Fest di Modena: in mostra Columbia, l’auto a guida autonoma realizzata con IDEMIA

pubblicato il 15 / 05 / 2019

Altran Italia, branch italiana del gruppo Altran leader in Engineering e R&D services (ER&D), partecipa al Motor Valley Fest che si svolge a Modena dal 16 al 19 maggio 2019. Il 16 e 17 maggio, nello stand 17 della sezione “Innovation” presso l’ex Centrale AEM (via Buon Pastore 43) Altran mostrerà alcuni progetti innovativi realizzati in ambito automotive: “Alpha2”, un concept di stile sviluppato dall’Altran Design Center relativo a una super car elettrica; alcune demo di realtà virtuale (immersiva e aumentata) applicata al training in ambito industriale (Industry 4.0); una innovativa interfaccia uomo-macchina configurabile per l’automotive; un assistente vocale a supporto della sperimentazione dei veicoli.

Inoltre il 17 maggio, nell’area MASA – Modena Automotive Smart Area (area parcheggio di via Montessori), sarà possibile ammirare dal vivo “Columbia”, una nuova concept car a guida autonoma realizzata da Altran in collaborazione con IDEMIA, leader mondiale nel campo dell’Augmented Identity.

I veicoli autonomi, per il trasporto sia delle persone che delle merci, rappresentano una svolta potenzialmente enorme per la vita quotidiana, il business e la società. Fra i possibili vantaggi annoveriamo la riduzione degli incidenti derivanti da errore umano, la riduzione dei costi e dell’impatto ambientale dei trasporti, la riduzione del tempo dedicato alla guida e l’accessibilità a un numero più ampio di utenti. Si stima che nel 2030 il 15 per cento delle vetture vendute saranno completamente autonome e dotate di sistema di auto-apprendimento basato su intelligenza artificiale.

La concept car “Columbia”, presentata con successo al Paris Motor Show nell’ottobre 2018, è una vettura connessa e autonoma studiata per diversi utilizzi ed è dotata di un sistema di intelligenza artificiale integrato.

Consente una nuova user experience sui veicoli senza guidatore che interagiscono con l’ambiente umano e con diverse infrastrutture. La vettura riassume due servizi in uno: un’auto a guida assistita per uso personale basata su un concept di trasporto condiviso e una soluzione di trasporto per gli utenti professionali, tra cui il ritiro e la raccolta di articoli lungo il percorso.

Altran ha collaborato con IDEMIA alla progettazione del veicolo e allo sviluppo di varie applicazioni tra cui la piattaforma del veicolo scalabile e innovativa che utilizza oltre 20 sensori incorporati, il sistema elettrico ed elettronico plug and play che consente la mobilità autonoma, il sistema di interazioni luminose per il veicolo, anteriore e posteriore con fasce luminose e schermi a LED, il cruscotto intelligente per interagire con il veicolo e i servizi. Infine, un’applicazione mobile denominata “I-ris” consente all’utente di comandare il veicolo, inviare un pacco e gestire il trasporto condiviso integrando inoltre il sistema di riconoscimento facciale IDEMIA che fornisce accesso sicuro al veicolo.

Grazie alle tecnologie biometriche e di riconoscimento facciale all’avanguardia, “Columbia” offre all’utente una totale sicurezza di protezione della propria identità digitale. La biometrica infatti garantisce la registrazione affidabile dei dati al momento di iscrizione al servizio e assicura ai singoli utenti un processo di autenticazione basato su parametri forti. Grazie al sistema e-KYC (know your customer) messo a punto da IDEMIA, l’utente può utilizzare una chiave digitale memorizzata nel proprio smartphone per aprire e avviare il veicolo. Questa soluzione è basata su cloud per inviare in sicurezza la chiave digitale allo smartphone, in un ambiente protetto che conserva la chiave digitale. Il riconoscimento facciale attiva la chiave digitale dell’auto. La vettura è dotata inoltre del DMS (driving monitoring system), ossia un sistema di telecamere di bordo che monitora il comportamento del guidatore e interagisce con il conducente per il controllo del veicolo in caso di imprevisti.

Con oltre 7.800 specialisti che operano in 15 paesi, l’automotive rappresenta uno settori in cui Altran vanta una posizione di leadership mondiale in particolare su 3 domini chiave: Autonomous Driving & Connectivity, Powertrain & Electromobility e Complete Vehicle Development.

Altran gioca un ruolo chiave nei processi innovativi di stampa 3D delle auto grazie alla partnership con Divergent.

Nella città di Torino hanno sede l’Altran Testing Center e l’Altran Design Center, specializzato in industrial design soprattutto in campo automotive. Infine l’azienda “frog”, che fa parte del gruppo Altran, elabora strategie di design e user experience per la mobilità del futuro, dai modelli alle interfacce digitali.

Per approfondimenti sul tema della guida automona è possibile consultare il white paper redatto dagli esperti di Altran dal titolo “Autonomous Driving – how to overcame the 5 main techno challenges” scaricabile dalla sezione “Automotive” del sito.

Altran

Altran è leader globale indiscusso in Engineering e R&D services (ER&D). L’azienda offre ai clienti una value proposition senza pari per rispondere alle loro esigenze di trasformazione e innovazione. Altran lavora a fianco dei suoi clienti, dall’ideazione all’industrializzazione, sviluppando prodotti e servizi del futuro. Da oltre 35 anni l’azienda offre competenze in ambito Automotive, Aeronautica, Spazio, Difesa, Navale, Ferroviario, Infrastrutture e Trasporti, Energia, Industrial & Consumer, Life Sciences, Telecomunicazioni, Semiconduttori ed Elettronica, Software & Internet, Finance e Pubblica Amministrazione. L’acquisizione di Aricent estende questa leadership al settore dei semiconduttori, alla digital experience e all’innovation design. Altran ha generato un fatturato di € 2,9 miliardi nel 2018, con circa 47.000 dipendenti in più di 30 paesi Altran è presente in Italia dal 1996 ed oggi impiega circa 3.300 dipendenti. Ha sedi in buona parte del territorio nazionale: Genova, Torino, Orbassano, Ivrea, Milano, Trieste, Padova, Bologna, Modena, Pisa, Firenze, Roma, Napoli, Pomigliano, Brindisi, Palermo.