Confronto pneumatici estivi e 4 stagioni – test e recensioni gomme

pubblicato il 08 / 08 / 2019

Alla ricerca di un confronto pneumatici estivi e 4 stagioni – chiamati anche all season? Un test pneumatici del genere lo ha fatto la rivista tedesca Autozeitung qualche tempo fa. Nella rivista sono state infatti messe a confronto sei gomme estive e tre gomme quattro stagioni.

I nove candidati, nelle dimensioni 225/45 R17 91/94 W/Y, sono stati montati su una Seat Leon e testati su strada bagnata e asciutta, con la possibilità di ottenere in ciascuna delle due discipline 150 punti, per un totale di 300.

Le gomme estive occupano la parte superiore della classifica, mentre le tre all season sono in fondo. Il confronto pneumatici estivi e 4 stagioni è vinto dalle estive. Andiamo a vedere gomma per gomma cosa affermano i tester.

Il Michelin Pilot Sport 4, con 280 punti, vince il test e risulta il migliore sia su bagnato (149 punti) che su asciutto (131), seguito nell’ordine da Continental PremiumContact 6 (263), Falken Azenis FK5140 (256), Goodyear EfficientGrip Performance (229), Hankook Ventus Prime³ (222) e Giti Tire SportS1 (215).

Per avere il confronto pneumatici estivi e 4 stagioni, andiamo a vedere i tre pneumatici per tutto l’anno come sono andati: questi ottengono meno punti degli estivi e si classificano a pari merito con 205 punti, il Goodyear Vector 4Season di seconda generazione e il Michelin CrossClimate +. Chiude la classifica, con 200 punti, il Continental AllSeasonContact.

La morale del test è che i pneumatici all season sono e rimangono un compromesso, ma con delle significative differenze. La gomma Michelin, ad esempio, performa bene su asciutto, con caratteristiche che la rivista definisce “particolarmente notevoli”, ma bisogna scendere a compromessi su bagnato. Il Goodyear invece si comporta al contrario ed è più affidabile su bagnato che su asciutto, mentre il prodotto di Continental si trova nel mezzo.

“Bisogna però sottolineare che questi pneumatici sono adatti anche alle strade innevate, dove invece le gomme estive non sono consigliabili”, dicono i tester della rivista, giustificando in qualche modo il fatto che gli all season si piazzano dopo i prodotti stagionali.

Allo stesso tempo, la rivista descrive sì i punti di forza, ma muove anche qualche critica ai pneumatici estivi.

Il Pilot Sport 4, ad esempio, nonostante sia arrivato molto vicino al punteggio massimo di 300 e venga molto apprezzato dai tester di Autozeitung, avrebbe dei margini di miglioramento nella resistenza al rotolamento.

Il modello Continental, che si piazza al secondo posto, viene invece definito “equilibrato” sia su asciutto che su bagnato, con distanze di arresto in frenata su bagnato particolarmente basse e un’elevata stabilità in curva. Bene anche su asciutto, ma il PremiumContact 6, secondo la rivista tedesca, potrebbe migliorare il comfort di marcia.

Il terzo classificato, il modello Falken, si colloca molto vicino al modello Continental per frenata e tenuta laterale su bagnato e lascia un’impressione positiva anche su asciutto, con una risposta dello sterzo molto spontanea e un’eccellente stabilità nei cambi repentini di corsia.

In pratica, questi primi tre prodotti si aggiudicano dalla rivista la medaglia di “molto consigliato”, mentre gli altri tre estivi devono farne a meno.

L’EfficientGrip Performance di Goodyear rende giustizia al proprio nome, perchè vanta la più bassa resistenza al rotolamento tra tutti i candidati. Per quanto riguarda però l’aderenza, visto che si colloca su asciutto al livello del prodotto Giti e, su bagnato, addirittura dietro, la rivista pensa che ci sia bisogno di recuperare un po’.

“Maneggevole e silenzioso su strada asciutta, quando piove, il Ventus Prime³ K125 non è il prodotto ideale”, dice la rivista descrivendo le gomme Hankook che arrivano al quinto posto. Meno equilibrato dei pneumatici Giti e Goodyear su bagnato e un po’ nervoso in frenata, questo modello per grip si piazza tra il Falken e il Giti, ma in compenso risulta silenzioso.

Che lo SportS1 di Giti si debba accontentare dell’ultimo posto tra gli estivi è essenzialmente giustificato dalla rivista dal fatto che l’azienda ne ha migliorato l’aderenza. Le distanze di arresto in frenata su bagnato sono, per Autozeitung, “ancora accettabili”, ma su asciutto la frenata risulta la peggiore tra tutti gli estivi. Inoltre lo sterzo ha un po’ di ritardo su strada bagnata, con performance in curva e trazione inferiori a quelle dei migliori del test. I giornalisti tedeschi lamentano anche un precoce sottosterzo in curva su asciutto, ma lodano la silenziosità di questo modello.

Confronto pneumatici estivi e 4 stagioni: la tabella

 

Confronto pneumatici estivi e 4 stagioni – test e recensioni gomme