Gripdetective

Gripdetective

scrivi una recensione
pubblicato il 05 / 08 / 2020

Kia Stonic si prepara a svelare la nuova gamma a settembre

scritto da

Kia Stonic si aggiorna per rimanere tra i modelli di punta del segmento B-SUV a livello europeo.

Stonic si rinnova soprattuto nei motori, ora appartenenti alla famiglia “Smartstream”, aumentando efficienza energetica e introducendo per la prima volta nella gamma la trasmissione manuale iMT con frizione ad attivazione by wire. Ma la grande novità sarà rappresentata dalla disponibilità della variante mild hybrid “EcoDynamics +” che vedrà accoppiati il motore termico 1.0 Smartstream al sistema MHEV da 48 volt.

ll design interno ed esterno di Stonic non viene stravolto tuttavia, per assecondare la crescente richiesta di prodotti sempre più taylor made, cresce la possibilità di personalizzazione grazie alla disponibilità di nuove tinte e di accoppiamenti bi color tra carrozzeria e tetto. All’interno della vettura spicca il sistema di infotainment e navigazione touchscreen da 8 pollici con le nuove funzionalità telematiche UVO Connect “Phase II”. La sicurezza e i sistemi di assistenza alla guida raggiungono invece l’apice per la categoria.

L’Urban Crossover Stonic è stato introdotto sul mercato europeo per la prima volta nel 2017 ed è diventato il quarto modello più venduto di Kia dopo la famiglia Ceed in tutte le varianti, Sportage e Picanto. Fino ad oggi Stonic in Europa ha conquistato più di 150 mila automobilisti.

Le vendite della nuova Kia Stonic si apriranno per il mercato italiano durante il terzo trimestre del 2020, sempre con la garanzia 7 anni o 150.000 chilometri.

Kia Stonic GAMMA

Motorizzazioni

Nuovo EcoDynamics+ mild-hybrid a benzina e versione bi-fuel GPL
Kia Stonic si elettrifica con il nuovo propulsore “EcoDynamics +” e diventa un mild hybrid (MHEV). Il pacchetto tecnico prevede un nuovo motore T-GDi da 1,0 litri “Smartstream” (con iniezione diretta di benzina e turbocompressore) sposato a un sistema MHEV a 48 V così da offrire la maggiore efficienza possibile grazie al recupero d’energia e al supporto del motore a benzina in fase di accelerazione. Il cuore del sistema è una compatta batteria agli ioni di litio da 48 volt che integra la coppia erogata dal motore a combustione con energia elettrica ed estende il “tempo di inattività” grazie a una nuova unità MHS-Hybrid Starter-Generator (MHSG).

L’MHSG si ricorda essere collegato tramite cinghia all’albero a gomiti del motore termico così da svolgere la duplice funzione di motore e generatore: nelle fasi di accelerazione l’MHSG fornisce potenza elettrica per ridurre il carico del motore termico e quindi contenere consumi ed emissioni; al contrario quando si decelera, l’MHSG ha la capacità in determinate condizioni di passare alla modalità “generatore”, recuperando energia dall’albero motore per ricaricare la batteria.

ll nuovo motore Smartstream sostituisce il precedente T-GDi da 1,0 litri di generazione “Kappa” ed è dotato della raffinata tecnologia CVVD (Continuously Valve Duration). La fasatura variabile CVVD consente una chiusura ritardata delle valvole di aspirazione durante la compressione. Questo riduce quindi la compressione effettiva, andando a creare un vantaggio, massimizzando la quantità di aria nel cilindro, quando il carico del motore è ridotto. In termini di guida, questo si traduce in un massimizzazione dell’efficienza in tutte le situazioni di guida. Il motore Smartstream produce la stessa potenza del precedente Kappa – sempre declinato in due potenze,100 o 120 CV – ma consente una coppia massima superiore, a seconda della trasmissione adottata. Entrando più nel dettaglio, la coppia massima erogata dai modelli con potenza di 120 cavalli e cambio a doppia frizione a sette marce (7DCT) è incrementata del 16%, raggiungendo così il rilevante valore dei 200 Nm.

Il nuovo EcoDynamics + viene offerto su entrambe le versioni da 100 o 120 CV con un sistema Select Mode Drive che offre al conducente la possibilità di personalizzare la propria guida con le modalità “Eco”, “Sport” o “Normale”.

Le versioni EcoDynamics + sono disponibili anche con il nuovo cambio manuale intelligente (iMT) di Kia basato sul sistema “clutch-by-wire” che contribuisce all’efficientamento del consumo di carburante grazie all’accoppiata col sistema MHEV, senza intaccare il piacere di guida come avviene con un cambio manuale convenzionale. L’iMT invece di avere un collegamento meccanico tra frizione e pedale, prevede un azionatore elettronico. Questa trasmissione si integra perfettamente con l’MHSG permettendo lo spegnimento anticipato del motore in fase di marcia per inerzia o fermata, rispetto ai sistemi Start-Stop tradizionali.

Entrambe le trasmissioni, iMT e 7DCT, consentono la funzione di veleggiamento con motore spento per ridurre i consumi. La funzione si attiva fino a velocità massima di 125 km/h: in questa situazione il motore si spegne per riattivarsi quando il conducente preme i pedali dell’acceleratore, del freno o della frizione.

Nuovi motori benzina Smartstream 
L’evoluzione di Kia Stonic presenta una gamma motori che punta a massimizzare l’efficienza e ridurre le emissioni di CO2, ma senza nulla togliere al piacere di guida e alle prestazioni. Oltre alla versione EcoDynamics +, si possono scegliere i motori a benzina Smartstream non ibridi: il nuovo motore T-GDi da 1,0 litri con 100 CV e una nuova versione del motore da 1,2 litri aspirato con l’innovativa tecnologia Dual Port Injection con una potenza di 84 CV.

Il motore T-GDi da 1,0 litri con 100 CV della Kia Stonic viene offerto sia con un cambio manuale a sei marce, che sostituisce il precedente manuale a cinque marce, che con l’automatico DCT. I dati ufficiali legati alle prestazioni, emissioni e consumi di nuova Stonic, compresi i modelli EcoDynamics +, saranno comunicati al momento della data scelta per la commercializzazione. In arrivo, sempre per il mercato italiano, anche la versione bi-fuel benzina GPL montata sul motore 1.2.

Tecnologia

UVO Connect ‘Phase II’ 
Per quanto riguarda le dotazioni telematiche, nuova Stonic sarà equipaggiata con l’innovativo sistema telematico UVO Connect “Phase II”.

Le nuove funzionalità telematiche di UVO Connect “Phase II” prevedono servizi come informazioni sul traffico in tempo reale, previsioni meteorologiche, punti di interesse (PDI), prezzi del carburante e stato dei parcheggi – compresi prezzo, posizione e disponibilità. Inoltre, un nuovo servizio di routing di “Navigazione online”, utilizza dati di traffico storici e in tempo reale basati su cloud per calcolare gli itinerari migliori.

L’app UVO, compatibile con gli smartphone Android e Apple, offre poi nuove funzioni tra cui la Last Mile Navigation, un supporto di navigazione per l’ultimo miglio dell’itinerario caricato sul navigatore. Questa funzione entra in gioco dopo aver parcheggiato, quando la destinazione si può raggiungere solo a piedi. Diventa così un valido supporto soprattutto in quelle città con parcheggi non vicini a negozi, caffetterie e ristoranti o punti di interesse specifico.

Altra funzione d’interesse consiste nel “Trasferimento profilo utente” che consente di eseguire il backup delle preferenze UVO tramite cloud così da trasferire le impostazioni tra differenti veicoli dotati dello stesso sistema. Questo è stato pensato principalmente per gli utilizzatori delle flotte aziendali che cambiano spesso mezzi, ma è altresì interessante anche per tutti i componenti dei nuclei famigliari in cui si possiede più di una vettura Kia dotata di tecnologia UVO.  Cresce anche il display touchscreen che ora è da 8,0 pollici, quindi più grande, ed è offerto di serie, con Display Audio o Navigazione satellitare opzionale a seconda delle specifiche del veicolo. Il nuovo sistema è dotato di connessione multipla Bluetooth, che consente agli utilizzatori di connettere fino a due dispositivi mobili contemporaneamente, uno per l’uso del telefono e dei media in vivavoce; l’altro solo per uso multimediale. Il sistema offre Apple CarPlay wireless e Android Auto su modelli dotati del nuovo sistema Display Audio da 8,0 pollici, annullando la necessità per molti proprietari di collegare il proprio smartphone tramite cavo.

Design e personalizzazioni

Nuovi colori e maggiori possibilità di personalizzazione
L’iconico design della Stonic non muta ma si impreziosisce di gruppi ottici anteriori a led dal nuovo design che equipaggeranno la versione GT Line. Debutta anche un nuovo cerchio in lega leggera d’alluminio da 16 pollici e si aggiungono due nuovi colori per la carrozzeria sulle tonalità di grigio e blu. La tavolozza dei colori offre fino a nove tinte ma attenzione, giocando con il bicolore del tetto, le combinazioni cromatiche sono molte di più, fino a un massimo di 20, a seconda delle specifiche del mercato e del veicolo. Il tetto bicolore è tra le scelte più popolari dei clienti Stonic con il 33% di tutte le vendite realizzate dall’inizio della commercializzazione nel 2017.

Sicurezza

Nuovi Adas per viaggiare in massima sicurezza
Stonic si aggiorna anche sui sistemi di assistenza alla guida (ADAS). Questi includono l’assistente per evitare le collisioni frontali (FCA) con riconoscimento pedoni, veicoli e ciclisti, il Lane Keeping Assist (LKA), l’avviso di attenzione del guidatore (DAW), l’avviso di collisione nei punti ciechi (BCW) e l’assistente di prevenzione delle collisioni sempre nei punti ciechi (BCA), l’avviso limite di velocità intelligente (ISLW), il controllo automatico della velocità (SCC) e l’assistenza (LFA). LFA in collaborazione con l’SCC controlla l’accelerazione, la frenata e la direzionalità a seconda dei veicoli che precedono e delle condizioni stradali. Operando a velocità inferiori a 180 km / h, utilizza i sensori della fotocamera e del radar per mantenere una distanza di sicurezza dall’auto che precede mentre monitora i segnali stradali per mantenere Stonic al centro della sua corsia. L’urban crossover Stonic è dotato di sei airbag oltre a punti di ancoraggio ISOFIX per i seggiolini dei più piccini.

© riproduzione riservata