Liberare un parcheggio e ottenere un guadagno: Continental e la condivisione dei dati del veicolo

pubblicato il 10 / 09 / 2019 scritto da

Continental utilizza l’esempio di “Smart Parking” presso lo stand allestito in occasione di IAA per dimostrare come, in futuro, gli automobilisti potranno trarre beneficio dal trasferimento dei dati raccolti dai propri veicoli nel traffico stradale.

La base per ambire a questa evoluzione è la piattaforma di monetizzazione dei dati basata su blockchain. La piattaforma è stata sviluppata nell’ambito di una partnership strategica tra Continental e Hewlett Packard Enterprise (HPE) e si basa sulla tecnologia Crossbar.io. “Earn as you ride” consente ai produttori di veicoli di premiare i propri clienti con monete virtuali, a seguito della condivisione di informazioni. Lo scopo di questo incentivo è quello di consentire ai produttori un accesso più semplice e legalmente conforme ai dati dei clienti rilevanti per il servizio. Le aziende possono utilizzare questi dati per comprendere meglio le esigenze dei propri clienti e ottimizzare i servizi messi a disposizione. Tuttavia, l’azienda può anche vendere il tool ad altri fornitori di servizi presenti sulla piattaforma di trading dei dati. In questo modo, tutto il mercato riceve dati sufficienti per offrire servizi digitali senza interruzioni.

“Utilizzeremo il nostro servizio di raccolta dati di parcheggio per mostrare esattamente come la nostra piattaforma di trading di dati, basata su blockchain, possa creare un reale valore aggiunto per gli automobilisti e la mobilità nelle grandi città” afferma Helmut Matschi, Member of the Executive Board of Continental and Head of the Interior Division.  “Coinvolgiamo l’automobilista nel processo di scambio dati, creando trasparenza e maggiore disponibilità di dati per tutti i soggetti coinvolti”.

Abilitazione della disponibilità globale dei dati

I dati determinano la mobilità del futuro. I sensori installati nei veicoli connessi raccolgono, in tempo reale, enormi quantità di dati preziosi durante i viaggi. Questo ha un grande potenziale, non solo per i produttori di veicoli e i servizi relativi alla mobilità, ma anche per la pianificazione delle infrastrutture delle città connesse. Per sfruttare questo potenziale e consentire una sempre maggiore disponibilità dei dati, Continental, HPE e il fornitore di tecnologia Crossbar.io hanno sviluppato una piattaforma di trading di dati basata su blockchain che i produttori di Veicoli, e le aziende di altri settori, possono utilizzare per condividere facilmente i dati, in modo sicuro ed efficiente.

“I dati dei veicoli non hanno prezzo, ma il loro valore può essere concreto solo se li condividiamo” afferma Volkhard Bregulla, Head of the Manufacturing, Automotive and IoT Division at HPE. “La nostra piattaforma annulla gli ostacoli che impedivano lo scambio di dati. La sovranità dei dati e l’efficienza e gli incentivi monetari sono le chiavi verso un nuovo futuro. La piattaforma crea un ecosistema di dati sicuro e aperto che genera innovazione e crescita.”

I partecipanti alla piattaforma possono arricchire le proprie offerte di servizi digitali e guadagnare denaro vendendo i propri dati. “Da un punto di vista globale, un solo fornitore non può semplicemente acquisire la copertura e la densità di dati richieste”, spiega Jürgen Schweiger, Head of Map & Parking at Continental’s Intelligent Transportation Systems business segment. “Quindi, per migliorare la qualità di servizi specifici, i fornitori di dati devono essere in grado di integrare le proprie offerte con i dati di altri fornitori, facilmente e in tempo reale, dove possibile. La piattaforma Continental e HPE rende possibile la condivisione di questi dati”.

L’approccio della piattaforma decentralizzata, basato sulla tecnologia blockchain, garantisce trasparenza, sicurezza ed efficienza: tutti i partecipanti all’ecosistema distribuito mantengono la sovranità sui propri dati e decidono autonomamente quali dati vogliono condividere. Nessun dato è archiviato su un server centrale. Il prezzo per un pacchetto di dati è determinato dal singolo fornitore. Quando una transazione è stata completata, i dati vengono trasferiti da back-end a back-end senza passaggi intermedi ed è disponibile anche in tempo reale. Questa soluzione sta suscitando molto interesse non solo dai produttori di automobili ma anche da società di telecomunicazioni, fornitori di elettronica, autorità cittadine e persino la comunità agricola. Sono tutti colpiti dal potenziale della piattaforma perché può anche gestire altri tipi di dati in modo efficiente.

Gli automobilisti che condividono dati, guadagnano monete virtuali e ottengono servizi migliori

Il principio “Earn as you ride” consente di aumentare il volume di dati nei sistemi di backend dei produttori di automobili. Gli automobilisti guadagnano crediti grazie ai dati da loro stessi generati che possono essere trasmessi a terzi solo se il conducente in prima persona dà il suo consenso preventivo, per esempio per migliorare un servizio di parcheggio. Si possono inoltre scegliere i dati specifici che desiderano condividere, in conformità con il Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR). Le monete virtuali raccolte in questo modo possono quindi essere riscattate dall’automobilista per ottenere premi. Il produttore automobilistico decide esattamente come premiare la condivisione dei dati.

IAA: Presso lo stand Continental i visitatori possono sperimentare “Smart Parking”

Presso la fiera IAA di Francoforte, i visitatori dello stand Continental (padiglione 8, stand A39) sperimenteranno lo “Smart Parking” come esempio tangibile di come funziona il trading di dati per automobilisti e case automobilistiche e di come entrambe le parti ne traggano vantaggio. L’esempio che verrà utilizzato si basa sul servizio “On-Street Parking” di Continental, che consente di parcheggiare senza stress, lungo la strada. Continental lancerà questo servizio entro la fine del 2019. Il servizio “On-Street Parking” è integrato dal servizio “Off-Street Parking” disponibile a livello globale per il parcheggio senza stress.

Nella dimostrazione disponibile presso lo stand, il visitatore ha l’opportunità di utilizzare utilizzerà un’app per registrarsi al programma “Guadagna mentre guidi” della sua casa automobilistica. Durante il viaggio successivo, i sensori del proprio veicolo rilevano gli spazi di parcheggio liberi e occupati lungo la strada e anche il momento in cui un veicolo è in procinto di occupare o liberare da un parcheggio. I sistemi del veicolo inviano questi dati al produttore automobilistico. Alla fine del viaggio, l’automobilista riceve il messaggio che le monete sono state accreditate sul suo portafoglio virtuale grazie alla condivisione dei suoi dati. Il produttore automobilistico può ora trasmettere questi dati a un fornitore di servizi, che li utilizza per i propri servizi di “parcheggio su strada”.