I migliori pneumatici estivi 225 45 R17

pubblicato il 09 / 08 / 2019 scritto da

Quali sono i migliori pneumatici estivi 225 45 R17? Per scoprirlo, andiamo a leggere la prova di Auto Motor und Sport (AMS), dove vengono testati 11 pneumatici diversi in questa misura, tutti montati su un’Audi A3.

A vincere è il Michelin Pilot Sport 4, che viene elogiato per le sue prestazioni di frenata sul bagnato: la distanza di arresto da 80 a 0 km/h è di soli 30,2 metri, circa 5 metri più breve del peggior classificato. L’unica vera critica sollevata contro il pneumatico Michelin è stata una leggera debolezza nella resistenza all’aquaplaning, mentre per le altre prestazioni il risultato è “eccellente nel comportamento di guida e nella frenata su superfici stradali bagnate e asciutte, resistenza al rotolamento, e rumore di rotolamento (esterno). Nel complesso il PS4 ha presentato le migliori prestazioni di tutti e 11 i pneumatici testati. “Con un punteggio medio ponderato di 9,4 su un totale massimo di 10 punti, il Pilot Sport 4 è stato valutato “altamente consigliato.”

Dietro al Michelin troviamo quattro pneumatici “consigliati”, che risultano quindi tra i migliori pneumatici estivi 225 45 R17: Continental PremiumContact 6 e Falken Azenis FK510 (entrambi con 8.5 punti), oltre a Pirelli P Zero (8.3 punti) e Goodyear Eagle F1 Asymmetric 3 (8.0 punti). Altri cinque pneumatici hanno ottenuto la valutazione “comunque consigliato” per le loro prestazioni. Questi sono il Nokian zLine (7,8 punti), il Giti Sport S1 (7,2 punti) e il Toyo Proxes Sport, il Cooper Zeon CS8 e il Nankang Sportnex AS-2 (tutti 7,1 punti). Il cucchiaio di legno, con il rating “consigliato con riserva” è stato dato al Vredestein Ultrac Vorti (6.9 punti).

“La resistenza al rotolamento del pneumatico è troppo alta, ha mostrato debolezze nella frenata sul bagnato e nell’aquaplaning” sono i motivi addotti alla bassa posizione del Vredestein. I tester hanno anche trovato il comfort abbastanza scarso. Nella parte dei punti di forza, l’Ultrac Vorti è stato “praticamente neutrale su superfici asciutte e bagnate e difficilmente sensibile al cambio di carico”, con un comportamento progressivo dello sterzo.

La critica principale contro il trio che ha terminato il test con 7,1 punti è stata la frenata sul bagnato, la maneggevolezza e la resistenza al rotolamento (Nankang), un ampio angolo di sterzata sia in condizioni asciutte che bagnate e un marcato sottosterzo (Cooper), ed un’elevata resistenza al rotolamento, il sottosterzo nella guida bagnata e una ridotta spontaneità dello sterzo (Toyo). D’altra parte, il Proxes Sport è stato considerato facile da controllare su superfici bagnate e asciutte. Lo Zeon CS8 di Cooper, invece, è ” abbastanza equilibrato, facile da controllare, stabile sul bagnato e confortevole, anche se il grip è un po’ debole” secondo i tester. Lo Sportnex AS-2 di Nankang offre la migliore resistenza all’aquaplaning, oltre a un “ottimo comfort di guida e un buon bilanciamento” e buone prestazioni sull’asciutto. Andiamo a vedere ora quali sono i migliori pneumatici estivi 225 45 R17.

Il Giti Sport S1 è stato valutato leggermente meglio del trio di cui sopra, ed è stato quindi premiato con un ulteriore decimo di punto. L’aderenza in curva del pneumatico sull’asfalto asciutto è stata descritta come molto buona, così come la sua bassa resistenza al rotolamento e le caratteristiche di comfort, compresa la bassa emissione di rumore. Tuttavia, i collaudatori hanno anche rilevato una scarsa aderenza sul bagnato in curva, una scarsa trazione sul bagnato a causa sia di sovrasterzo che sottosterzo, oltre a una risposta allo sterzo ritardata. Quest’ultimo problema ha riguardato anche lo zLine, con il pneumatico Nokian che ha anche “presentato troppo sottosterzo sull’asfalto asciutto, scarsa confidenza, rumore del battistrada e mostrato fessure sul battistrada quando guidato intensamente”. A suo merito, AMS scrive che il pneumatico Nokian ha mostrato caratteristiche sul bagnate che sono libere da ogni grave debolezza.

Salendo in classifica troviamo il pneumatico Goodyear, che non ha ottenuto un risultato ancora migliore grazie a una distanza di frenata piuttosto lunga sul bagnato. Altrimenti, l’Eagle F1 Asymmetric 3 è stato valutato come un pneumatico bilanciato con una leggera tendenza al sottosterzo e una ridotta sensibilità al cambio di carico.

“Un po’ nervoso quando si cambia corsia, deficit nella resistenza all’aquaplaning e una maggiore resistenza al rotolamento” sono i punti critici del P Zero, che però si riscatta con una elevata aderenza in curva con un’alta precisione di guida e un comportamento equilibrato con un leggero sottosterzo.

Per quanto riguarda i pneumatici posizionati sul podio, l’Azenis FK510 è stato descritto come sicuro e maneggevole, con una buona risposta dello sterzo sul bagnato e brevi distanze di frenata su fondo stradale bagnato e asciutto. Il rovescio della medaglia è rappresentato da una risposta dello sterzo un po’ esitante, una leggera tendenza al sovrasterzo e caratteristiche di comfort non ottimali. Quest’ultimo problema è stato segnalato anche per il Continental, leggermente smorzato per i tester. Tra i lati positivi, il PremiumContact 6 ha offerto “un solido feedback dello sterzo sul bagnato, una buona precisione e una ottima tenuta in curva su asciutto.”

I migliori pneumatici estivi 225 45 R17

 

migliori pneumatici estivi 22545 R17

© riproduzione riservata