Mondomotori Show – Driving Passion celebra il made in Italy che ha fatto storia

pubblicato il 13 / 03 / 2019

Il 30 e 31 marzo Mondomotori Show – driving passion, salone dei motori che Italian Exhibition Group organizza nel Quartiere Fieristico di Vicenza, sarà l’occasione per celebrare l’anniversario di alcune tra le più amate “signore” della strada: il centenario di Zagato, il settantennale di Laverda e il quarantesimo di Lancia Delta.

Ne hanno macinata di strada le creazioni firmate Zagato, icone di stile a quattroruote tra le auto sportive più ammirate del panorama automobilistico italiano dell’ultimo secolo. Nel 2019, infatti, l’atelier storico nato dalla volontà di Ugo Zagato e guidato oggi da Andrea, terza generazione della famiglia di designer milanesi, taglia il traguardo dei 100 anni. E lo fa in ottima compagnia a Mondomotori, domenica 30 marzo alle ore 11, con lo Zagato Car Club e la sezione vicentina dell’Automobile Club Italiano. Tra i protagonisti dei grandi successi degli anni ’70 presenti in fiera ci saranno il designer Ercole Spada, il responsabile del Reparto Corse Lancia Giovanni Tonti e il preparatore di motori da corsa Angelino Lepri. In esposizione una delle rare Zagato Lancia Fulvia Competizione realizzate.

Quella di Moto Laverda è una storia familiare tutta vicentina. Fondata a Breganze il 13 ottobre 1949 da Francesco, è stata capace di conquistare il cuore degli appassionati delle super sportive italiane con l’arancione tipico dei suoi modelli più iconici, dalla 750 SF in tutte le sue versioni fino alla RGS. I visitatori di Mondomotori potranno ammirare dal vivo la Laverda 1000 con motore a V di 90° a 6 cilindri e incontrare sabato alle ore 11, Piero Laverda, terza generazione della famiglia di imprenditori.

La Lancia Delta è una vera leggenda capace di far battere il cuore dei rallisti da 40 anni, salendo per ben 10 volte sul gradino più alto del podio mondiale. Immancabile dunque l’omaggio attraverso l’esperienza di un asso del volante come il bassanese Miky Biasion, cinque volte campione del mondo, due delle quali proprio a bordo dell’amato bolide. Alle 16 di sabato il pilota ripercorrerà il mito assieme ai progettisti Sergio Limone e Claudio Lombardi, al responsabile sviluppo Vittorio Roberti e al responsabile FCA Heritage Roberto Giolito.

Mondomotori: focus sul rally

L’anima sportiva di Mondomotori darà ampio spazio al mondo del rally, che in Veneto entusiasma centinaia di appassionati. Sabato alle 14.30, infatti, sarà la volta del copilota Roberto ‘Rudy’ Dal Pozzo, campione italiano nel 1981 ed europeo l’anno seguente con la Opel Ascona 400. Presenterà il volume “Il lato B dei miei rally” con le “storie mai scritte di un periodo meraviglioso”. Scritto assieme a Francesca Pasetti, racconta il dietro le quinte dell’ambiente delle corse degli anni ‘70-’80 tra ricognizioni, gare e, soprattutto, goliardate con cui stemperare la tensione della competizione.

Per soddisfare i più avventurosi domenica mattina si parlerà anche di Africa Eco Race, Mongol Rally e Parigi Dakar, con i racconti dei vicentini che vi hanno preso parte, cogliendo lo spirito originario di questa disciplina.

Infine una vera chicca: l’autovettura a tre ruote del veronese Enrico Bernardi, la prima macchina italiana spinta da un motore a scoppio a benzina. Costruita nel 1894 dalla Miari & Giusti di Padova, capostipite delle aziende automobilistiche del Belpaese, sarà esposta a Mondomotori, a disposizione di studenti, curiosi e appassionati.

Tutti gli incontri si svolgono presso lo stand ACI (pad. 4) con il seguente programma:

Sabato 30 marzo 2019

Ore 11 – “Laverda: 70 anni di emozioni”, incontro con Piero Laverda

Ore 14.30 – presentazione libro “Il lato B dei miei rally”, incontro con gli autori Roberto Dal Pozzo e Francesca Pasetti

Ore 16 – “Lancia Delta: 40 anni dalla nascita”, con la partecipazione del Campione del Mondo di rally Miki Biasion e di ingegneri e piloti che l’hanno resa un’icona

Domenica 31 marzo 2019

Ore 9.30 – “Spirito d’avventura”: Africa Eco Race – Mongol Rally – Parigi Dakar

Ore 11 – “100 anni di stile Zagato”, alla presenza del designer Ercole Spada, del responsabile del Reparto Corse Lancia Giovanni Tonti e del preparatore di motori da corsa Angelino Lepri

 

Più info qui