Honda Motor Europe Italia riceve l’Oscar della Sostenibilità 2019 per il suo impegno green

pubblicato il 28 / 11 / 2019 scritto da

Si è celebrata ieri a Roma, presso l’Auditorium del Ministero dell’Ambiente, la cerimonia conclusiva del Premio “Vivere a Spreco Zero”, giunto alla 7^ edizione e promossa dalla campagna Spreco Zero di Last Minute Market, dal Ministero dell’Ambiente e dall’Università di Bologna. Una rassegna di virtuose e corrette pratiche messe in atto da imprese, enti pubblici e terzo settore all’insegna della sostenibilità e del minor impatto possibile su ambiente, territorio e contesto socio-economico.

Il prestigioso riconoscimento ottenuto da Honda Motor Europe Italia è avvenuto all’interno della categoria “Mobilità Sostenibile”, grazie agli straordinari e innovativi piani di sviluppo portati avanti dalla Casa Giapponese per realizzare la piena elettrificazione dei suoi principali modelli in Europa entro il 2022.

Premio a Honda Motor Europe Italia “Vivere a Spreco Zero” ed. 2019

Sforzi industriali che intendono rispondere con tempestività ai profondi cambiamenti in atto nel mercato automotive e alle nuove preferenze dei consumatori sempre più sensibili al tema della mobilità green e sostenibile. A suscitare il vivo interesse della giuria è stata, in particolare, la Honda e, la nuovissima auto 100% elettrica sviluppata dalla Casa di Tokyo per il mercato europeo.

Premio a Honda Motor Europe Italia “Vivere a Spreco Zero” ed. 2019

La versione di serie di Honda e è stata presentata in anteprima mondiale all’ultimo Salone di Francoforte e ha riscosso un grandissimo apprezzamento per le sue linee originali, il design avveniristico, l’infotainment all’avanguardia e le zero emissioni garantite dal motore elettrico a trazione posteriore. La nuova city car elettrica verrà introdotta sul mercato italiano nella prossima primavera, e guiderà il processo di elettrificazione di Honda in Europa.

Il premio è stato consegnato a Honda da Sergio Morini, Presidente del Gruppo Automotive Morini di Bologna, partner tecnico della manifestazione, e dal curatore scientifico dell’evento Prof. Andrea Segre’.

© riproduzione riservata