Gripdetective

Gripdetective

scrivi una recensione
pubblicato il 12 / 01 / 2021

Bridgestone: nel 2020 oltre 80 nuovi primi equipaggiamenti (OE) a 13 case su più di 30 modelli di veicoli

scritto da

La divisione Original Equipment (OE) di Bridgestone EMIA, ovvero quella che si occupa dei primi equipaggiamenti, ha ottenuto nuovi successi nel 2020, grazie alla posizione dell’azienda come leader nelle soluzioni sostenibili.

In qualità di partner di fiducia delle principali case automobilistiche a livello mondiale, Bridgestone ha costantemente ampliato, negli ultimi anni, la propria presenza nel settore dei primi equipaggiamenti grazie ai
suoi punti di forza, quali innovazione, agilità ed expertise nel settore.

Con l’obiettivo di fare sempre grandi passi verso il futuro, il comparto OE di Bridgestone EMIA ha permesso di fornire oltre 80 nuovi primi equipaggiamenti a 13 case automobilistiche, tra cui Mercedes, BMW e Audi, su più di 30 diversi modelli di veicoli nel 2020.

Progettare un futuro sostenibile della mobilità è stato un obiettivo perseguito nel 2020 sia per Bridgestone EMIA che per la sua divisione OE. Infatti, è stato un anno che ha visto proprio Bridgestone ricoprire il ruolo di pioniere dell’innovazione sostenibile sia nella produzione, sia nel prodotto stesso.

primi equipaggiamenti Bridgestone 2020 OE veicoli auto

Ne sono esempio la tecnologia brevettata Bridgestone Virtual Tyre Modeling, che riduce il numero di prototipi fisici di pneumatici e il volume complessivo delle materie prime utilizzate nei test, insieme alla rivoluzionaria tecnologia leggera ENLITEN, arrivata su strada per la prima volta con la ID.3 completamente elettrica di Volkswagen. Circa il
30% dei primi equipaggiamenti Bridgestone EMIA sono stati progettati esclusivamente per veicoli elettrici.

Un mercato in evoluzione

Scelto dalle principali case automobilistiche per i suoi pneumatici premium, progettati su misura, e appositamente sviluppati per permettere di sfruttare fino in fondo le prestazioni del veicolo, Bridgestone EMIA è stata la scelta numero uno di BMW, Audi, SEAT e Toyota, continuando a essere anche il principale fornitore per Volkswagen, Skoda e Mercedes.

Oltre il 60% dei nuovi lanci OE di Bridgestone EMIA nel 2020 rientrava nel segmento HRD + (18 pollici e oltre), riflettendo la crescente domanda dei consumatori per pneumatici di dimensioni maggiori.

L’insieme del rapido e recente aumento delle performance dei veicoli elettrici e l’impegno di Bridgestone nel fornire mobilità sostenibile e soluzioni avanzate, ha permesso all’azienda di sviluppare nel 2020 circa il 30% di tutti i nuovi primi equipaggiamenti creati appositamente per i veicoli elettrici.

Dalla sua tecnologia ologic – creata su misura per la BMW i3 completamente elettrica – alla pionieristica ENLITEN Technology, Bridgestone ha sempre sostenuto lo sviluppo di veicoli elettrici attraverso tecnologie rivoluzionarie applicate ai pneumatici.

Un approccio sempre più green nello sviluppo di pneumatici

Oltre a dare forma al futuro sostenibile della mobilità con la produzione di prodotti ad hoc, Bridgestone vuole essere presente con un impegno ancor più concreto, attraverso l’investimento in pratiche più ecologiche
nello sviluppo di tali prodotti, come ha dimostrato nel 2020.

Il Virtual Tyre Modelling rappresenta il futuro dello sviluppo di pneumatici ed è una tecnologia che Bridgestone già utilizza. La tecnologia consente di creare un gemello digitale del pneumatico nella sua fase di sviluppo, e questo permette di ridurre il volume del pneumatico come prototipo fisico – e successivamente di materie prime – e riduce anche i tempi di sviluppo del prodotto fino al 50%.

Grazie al continuo progresso e all’applicazione della tecnologia nel 2020, è stato utilizzato il 20% in meno di pneumatici sperimentali nella fase di sviluppo in EMIA dal 2019. Inoltre, grazie ancora all’uso del Virtual Tyre
Modelling e all’aumento dei test indoor, Bridgestone EMIA ha ridotto del 25% la distanza dei test della sua flotta per l’OE dal 2019 al 2020.

Oltre a digitalizzare lo sviluppo dei pneumatici, Bridgestone si impegna anche a migliorare le prestazioni sostenibili dei suoi pneumatici. Grazie al continuo impegno e allo sviluppo di tecnologie innovative di proprietà, come ENLITEN Technology, l’azienda ha ridotto in modo significativo le materie prime utilizzate nello sviluppo del prodotto.

Tutti i pneumatici OE estivi e all season Bridgestone EMIA lanciati sul mercato nel 2020 hanno registrato una diminuzione media della massa di circa il 10%, rispetto agli stessi prodotti del 2019.

Partner di lunga data e nuove collaborazioni

Il 2020 è stato anche l’anno che ha visto, per la prima volta, lavorare Bridgestone insieme a Lamborghini, come fornitore esclusivo di pneumatici per la sua supercar Huracán STO. Nonostante la pandemia COVID19, Bridgestone ha fornito pneumatici Potenza Sport sviluppati su misura che hanno massimizzato le incredibili prestazioni su strada della supercar.

Bridgestone ha anche sviluppato pneumatici Potenza Sport su misura per la MC20 di Maserati. In qualità di partner esclusivo, i pneumatici Potenza Sport, progettati su misura, hanno migliorato la maneggevolezza, il controllo e la dinamica di guida dell’MC20, massimizzandone le prestazioni complessive.

primi equipaggiamenti Bridgestone 2020 OE veicoli auto

Oltre a lavorare con brand storici, Bridgestone ha anche collaborato con l’attesissima new entry nel settore automobilistico: INEOS Automotive. L’innovativa trazione integrale permanente del produttore, il Grenadier,
arriverà sul mercato con pneumatici Bridgestone Dueler A/T 001 come equipaggiamento standard quando verrà lanciato all’inizio del 2022.+ù

Il 2020 ha visto anche l’arrivo, su strada, dell’innovativa e leggera tecnologia ENLITEN di Bridgestone. La tecnologia ENLITEN consente ai pneumatici una resistenza al rotolamento inferiore fino al 30% rispetto a un pneumatico estivo premium Bridgestone, riducendo così il consumo di carburante e il peso del pneumatico fino al 20% e prolungando la durata della batteria.

Ciò equivale a fino a 2 kg in meno di risorse in termini di materie prime necessarie per produrre ogni pneumatico, un altro vantaggio ambientale sia dal punto di vista delle risorse che della gestione della fase finale del ciclo di vita. La tecnologia ha debuttato sulle strade con la Volkswagen ID.3 completamente elettrica, partner importante di Bridgestone. Da allora la tecnologia ENLITEN è stata resa disponibile in 10 equipaggiamenti e applicata da vari produttori e modelli come il SUV elettrico Volkswagen ID.4 e la sua nuova Golf 8.

A commentare i risultati è stato Steven De Bock, VP Consumer Replacement e OE di Bridgestone EMIA: “Il 2020 ha rivisto tutti i nostri progetti, dall’inizio alla fine, attraverso una lente di sostenibilità. Continuiamo a impegnarci in maniera consapevole per utilizzare meno materie prime, sviluppare la nostra tecnologia di sviluppo di pneumatici virtuali ove possibile e applicare le tecnologie su cui stiamo lavorando, come ENLITEN, su un numero sempre più ampio di prodotti. Abbiamo fatto grandi progressi in questo campo negli ultimi 12 mesi”

“Vogliamo superare i limiti di ciò che è possibile fare in campo ingegneristico per fornire nuovi prodotti all’avanguardia che vengono sviluppati in maniera sostenibile, che possono offrire prestazioni sempre più eco-friendly. È fantastico che abbiamo potuto collaborare con le principali case automobilistiche a livello mondiale per raggiungere l’obiettivo di rispettare l’ambiente in cui viviamo, e per fare grandi passi un futuro più sostenibile della mobilità “.

© riproduzione riservata