Test TCS sulle gomme invernali per gli scooter

pubblicato il 03 / 12 / 2019 scritto da

L’aumento del traffico, i costi dei parcheggi e altre valutazioni economiche spingono sempre più utenti della strada a optare per uno scooter e molti, lo utilizzano anche in inverno. E’ risaputo che le gomme invernali sono chiaramente consigliate per le automobili nella stagione fredda, ma vale anche per gli scooter? Secondo il test del TCS, non in tutte le situazioni.

Questo test del TCS, realizzato con le gomme estive Dunlop ScootSmart, nelle misure 110/70-13 M/C 48P e 130/70-13 M/C 63P e con le invernali IRC Urban Master Snow Evo (M+S) nelle misure 110/70-13 M/C 48M e 130/70-13 M/C 63P, consiste nel paragonare il pneumatico (estivo) in dotazione originale, alla gomma appositamente sviluppata per l’inverno. Le prove – partenza, frenata, evitamento ostacolo e tenuta in curva – si sono svolte in condizioni invernali su fondo asciutto, bagnato e innevato.

Per il test sono stati usati due scooter Yamaha N-Max identici.

Risultati sorprendenti

Con sorpresa degli esperti, le distanze di frenata sull’asciutto o sul bagnato sono risultate più corte con i pneumatici estivi, anche con temperature di 5°C.

Frenando a fondo a 100 km/h sull’asciutto, si è riusciti ad arrestare lo scooter con gomme estive, dopo 43 metri, mentre ne sono stati necessari 56 per il mezzo che montava gomme invernali.

Sul bagnato (80-0 km/h, 5°C), i risultati sono stati simili: lo scooter con pneumatici estivi si è fermato dopo 27 metri, contro i 36 metri per quello con gomme invernali.

L’inferiorità delle gomme invernali è emersa anche in altre prove. La guida di uno scooter con pneumatici invernali, su carreggiata asciutta o bagnata, è imprecisa e morbida, tanto che le reazioni alle sollecitazioni dello sterzo sono ritardate.

Le gomme invernali sono migliori solo sulla neve

Caratterizzata da una mescola tenera di caucciù e concepita per le basse temperature, la gomma invernale, con un profilo composto da numerosi piccoli blocchi con fini lamelle, è invece nettamente più efficace su una strada innevata.

Dopo una frenata a fondo a 40 km/h, lo scooter si è fermato già dopo 16 metri, mentre la distanza di frenata con pneumatici estivi è stata quasi il doppio (30 metri).

Grazie alla buona aderenza e alla tenuta in curva, la gomma invernale ha affrontato perfettamente anche diverse manovre di evitamento di un ostacolo sulla neve.

gomme scooter
Conclusione

“Equipaggiare uno scooter con gomme invernali – dice il TCS – vale la pena solo se si viaggia spesso su strade innevate, perché la loro efficacia è di gran lunga superiore in tali condizioni. Per contro, i pneumatici estivi sono la migliore opzione su strade asciutte o bagnate, anche con basse temperature.”

Più sicuri sullo scooter – i consigli del TCS
  • Condurre cautamente e prevedere le situazioni pericolose. 
  • Valutare le intenzioni degli altri utenti della strada.
  • Inserire per tempo la freccia quando occorre svoltare.
  • Dimostrare prudenza, in particolare in condizioni meteo avverse.
  • Adottare un equipaggiamento ben visibile e assicurarsi di essere visti dagli altri utenti della strada.
  • Preferire gli scooter equipaggiati di un impianto di frenata antibloccaggio (ABS).
© riproduzione riservata